I CORSI DI ECCELLENZA DEL CENTRO ITALIANO DI ERGONOMIA
Le date dei corsi in Ergonomia Industriale per l'anno 2019

CHE COS'È L'ERGONOMIA

L'ergonomia è una scienza applicata multidisciplinare che si occupa della interazione tra l'uomo e il suo ambiente. Nei luoghi di lavoro, più propriamente, l'ergonomia si occupa della progettazione degli spazi, degli attrezzi e dei processi produttivi in funzione delle capacità specifiche dei lavoratori. In questo senso l'approccio ergonomico cerca di ottimizzare l'interazione tra uomo, macchina ed ambiente, intervenendo sull'organizzazione, razionalizzando i processi e lo spazio appunto, migliorando il sistema posturale e riducendo di conseguenza le condizioni di stress psico-fisico.

L'ERGONOMIA FISICA

Il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. (cioè il Testo Unico sulla Sicurezza e Salute nei luoghi di lavoro) identifica il sovraccarico biomeccanico dell'apparato muscolo-scheletrico come un fattore di rischio per l'insorgenza di disturbi o di malattie professionali.
In moltissimi compiti lavorativi l'attività fisica è un elemento fondamentale, basti pensare alle linee di assemblaggio nelle industrie, alla movimentazione dei pazienti negli ospedali, ai lavori in agricoltura o alle attività di confezionamento.
In tutti questi casi il lavoratore sottopone il suo corpo a sforzi più o meno rilevanti poiché compie una serie di atti fisici tra cui il sollevare, l'abbassare, il trainare, lo spingere od il trasportare carichi, oppure perché compie movimenti ripetuti periodicamente.

I METODI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO

La serie di norme UNI ISO 11228 richiamata nell'allegato XXXIV° del D.Lgs.81/08 riguarda le attività di movimentazione manuale in generale. In esse sono specificati i metodi per la valutazione del rischio e per la definizione degli interventi da apportare per la sua riduzione.
Le varie metodologie utilizzano due livelli di approccio: il primo è il livello di screening e serve per individuare la presenza di rischio mentre il secondo è il livello di dettaglio e prevede l'individuazione del livello di rischio, appunto.
Le norme UNI ISO si rifanno ai metodi di valutazione del rischio già noti in letteratura, tra cui la "Revised lifting index equation", sviluppata dal NIOSH per il sollevamento ed abbassamento dei carichi, il metodo di Snook e Ciriello per il traino, la spinta ed il trasporto in piano, l'OCRA INDEX per i movimenti ripetitivi.

I settori di riferimento della consulenza e formazione del Centro Italiano di Ergonomia sono tutte le attività lavorative in cui si effettuano attività manuali che richiedono un impegno fisico o posturale.

I Rischi che valutiamo sono:

  • rischio da sovraccarico arti superiori (SBAS)
  • rischio da sovraccarico per movimentazione carichi (NIOSH)
  • rischio da sovraccarico per traino e spinta (attraverso il Dinamometro Pro X)
  • rischio da sovraccarico per posture incongrue (UNI ISO 11226)
  • rischio da movimentazione manuale dei pazienti in ambiente ospedaliero (MAPO)